bremborangers.it
OFFICIAL WEBSITE
.
 
INCONTRI D'ESTATE
 
GIORGIO SANGALLI
 
 

Giorgio Sangalli ricopre la carica di presidente dell’Associazione Tamburello Bonate Sotto dal 1999, quindi e’ la persona più indicata, data la sua carica, per far entrare tutti noi nel mondo di una gloriosa società sportiva bonatese che annovera tra i suoi trofei uno scudetto vinto nel 1988 ed una coppa Italia.

 

“Il tamburello e’ uno sport di tradizione e lo e’ anche a Bonate Sotto. Il tamburello in paese e’ nato negli anni 30/40 in piazza, giocato dalle famiglie bonatesi. Negli anni 60 nasce l’A.T. San Giorgio che faceva parte di una polisportiva. Diventa poi F.T.B. Teli, in nome della famiglia che lo gestiva, una famiglia di tamburello. E li sono arrivati i tempi gloriosi della serie A, dello scudetto e della coppa Italia con un paese interamente mobilitato al seguito della squadra. Con il disimpegno della famiglia Teli a fine anni novanta e’ nata l’attuale società di cui sono presidente, l’Associazione Tamburello Bonate. Ultimamente in zona, grazie anche al nostro impegno, la promozione del tamburello va verso una dimensione scolastica, con campionati studenteschi. Da li viene il futuro del tamburello”

Quale e’ il ricordo a cui ti senti piu’ legato?

“Onestamente sono due i ricordi che mi porto dentro. L’organizzazione della coppa Europa poco dopo la mia elezione a presidente che ha visto partecipare squadre francesi, tedesche e ovviamente italiane. Manifestazione che si e fregiata di un gran pubblico. Il secondo ricordo e’ legato ad una manifestazione prettamente bonatese: il tamburello in piazza. E tutto questo si ricollega al discorso sulla tradizione di prima. Il tamburello e’ uno sport unico nel suo genere. Infatti ci sono delle vere e proprie famiglie di tamburello. Ci son famiglie che vedono nonni, bisnonni, padri, figli tamburellisti e nipotini giovanissimi che si affacciano al tamburello. E proprio da questi eventi che si deve partire a costruire una vera e propria cultura dei settori giovanili.”

Veramente gradevole questa spiegazione su uno sport che a Bonate Sotto e’ popolarissimo e da altre parti risulta piu’ o meno sconosciuto. Giorgio spiega ancora:

“Il tamburello esiste open ed indoor. L’open e’ quello che pratichiamo noi, qui sul campo del centro sportivo comunale sul campo che misura 80 per 20. Quello indoor si svolge in palestra e nella maggior parte dei casi usufruisce delle stesse misure dei campi di calcetto o basket. Anni addietro lo si giocava anche nei castelli contro il muro, si proprio contro il muro. Ed in alcuni posti vengono riprese queste metodologie per straordinarie rappresentazioni d’epoca”

 

Giorgio come detto ricopre un ruolo primario nell’Associazione “Agora’”. Cos’e’ l’Associazione “Agora”? Chi meglio di lui ce lo puo’ spiegare?

“L’Associazione “Agora’” e’ un’associazione che racchiude in se le societa’ sportive di Bonate Sotto ed e’ nata per gestire al meglio gli impianti sportivi di Bonate. Oltre a queste priorita’ ha nel suo statuto altre finalita’ non meno importanti. Come l’organizzazione di eventi in ambito sportivo e non solo, anche sociale, culturale ed a tutela dell’ambiente.”

Lo sport a Bonate?

“E’ assai diffuso, secondo il mio punto di vista, una presenza nella vita della popolazione molto importante. Ci sono pero’ delle attivita’ sportive che non trovano spazio, non trovano anche attrezzature adatte, tipo l’atletica, che so essere molto diffusa in paese. Come in tutti i paesi poi il calcio ha una predominanza evidente e naturale. Io lo capisco anche perche’ e’ nel calcio che ho iniziato la mia “carriera” sportiva essendo stato da anni nella societa’ A.C. Bonate Sotto e avendone fatto l’allenatore a livello giovanile, dal 1972 al 1999. Un buon periodo, no?”

 

Il suo incontro con i Brembo Rangers in modo piu’ approfondito e’ stato proprio sancito dal suo ruolo all’interno del gestore del centro sportivo comunale ed e’ stato particolarmente il Trofeo “Davide Frigeni alla memoria” di quest’anno a porci alla sua attenzione. L’apice della nostra collaborazione e’ stata l’organizzazione del 1° Trofeo “Agora” di calcio a sette nel mese di maggio di quest’anno e la nostra domanda di adesione all’Agora’. Ma Giorgio che ne pensa dei Brembo Rangers?

“Penso sia una buona realta’, ben organizzata e che ha il suo punto di forza anche nel rivolgesi ad un target di persone che pur essendo appassionati di calcio molte volte, per vari motivi non trovano posto nelle squadre istituzionale. La proposta dei Brembo Rangers permette la pratica sportiva a diversi tipi di persone ed una volta che un’associazione “invita” allo sport e’ sempre una cosa molto positiva. Lo sport e’ anche una scuola di vita e fa sempre bene.”

Una chiacchierata veramente molto interessante con Giorgio per capire meglio e scoprire lo sport a Bonate Sotto. Come avete potuto appurare dai suoi molteplici incarichi e precedenti e’ una persona autorevole nel tema. Gli affidiamo quindi il pensiero di chiusura dell’incontro. Vai Giorgio!

“Un motto: basta crederci e tutto e’ possibile, ogni obiettivo non e’ irraggiungibile, nella vita prima ancora che nello sport. Lo sport pero’ si distingue come palestra di vita e quindi aiuta lo sviluppo di quei concetti. L’importanza dello sport e’ da sottolineare, anche e soprattutto a livello giovanile e scolastico.”

 

 
 
..

 

S.S. BREMBO RANGERS  Via Garibaldi, 15 24040 BONATE SOTTO (BG) - ITALY  tel: 340.48.45.747  e-mail: info@bremborangers.it